Come prevenire gli incendi boschivi: una campagna di sensibilizzazione Oikos

Pulizia Eur Magliana. Prevenzione incendi boschivi.

Un bosco percorso dalle fiamme tornerà ad essere bosco, ma sarà sicuramente diverso da quello originario e probabilmente meno ricco di biodiversità.

In Italia fenomeni devastanti come gli incendi boschivi, che quest’estate hanno colpito piccole e grandi aree del nostro Paese, hanno determinato una perdita di biodiversità difficile da quantificare e soprattutto da recuperare. Occorrerebbe un’opera di rimboschimento caparbia e lungimirante difficile da realizzare oggi.

Le grandi pinete delle pendici del Gargano e del Vesuvio, la selva di Castel Fusano, le formazioni a latifoglie e conifere del monte Morrone andate in fiamme nella scorsa estate difficilmente torneranno così come le abbiamo viste nel passato.

Gli incendi sono fra i rischi ambientali più grandi anche per Roma. Nel 2017, il mese di giugno e le prime calde giornate di luglio hanno fatto registrare una serie di incendi in diverse aree della capitale: molti “polmoni verdi” sono stati colpiti e alcuni sono andati distrutti. 

Oikos ne è stata testimone diretta il 29 giugno dello scorso anno, quando un incendio ha colpito gran parte del Parco Campagna di Spinaceto, dove l’associazione cura da anni un progetto di rimboschimento.

Crediamo che il metodo più funzionale al contrasto dei fenomeni degli incendi boschivi sia la prevenzione: riduzione e abbattimento del rischio sono le parole chiave. Ma come si può prevenire?

  • Riconoscere il rischio individuando quelle aree dove è possibile prevedere l’insorgenza di incendi; 
  • Intervenire con opere di difesa passiva rimuovendo la vegetazione infestante, creando fasce sterrate, bonificando territori da discariche o insediamenti abusivi etc. ;
  • Educare e sanzionare;
  • Sorvegliare le aree a rischio.

Dopo l’ultima campagna “Quest’anno arriviamo prima degli incendi” del 2017, anche quest’anno Oikos torna a lanciare una nuova campagna di prevenzione degli incendi boschivi.

Per farlo, vuole iniziare con un’azione concreta: ripulire il Parco Tevere Magliana!

I rifiuti abbandonati infatti, sono uno dei principali veicoli di incendio e accrescono quindi il pericolo.

Anche tu puoi prendere parte!